Crea sito

Chi accetta come pagamento i Bitcoin?

 

Bitcoin, inizialmente, era nato al solo fine di diventare una moneta digitale che la gente potesse usare al posto della valuta di stato. Adesso, Bitcoin viene usato dalla maggior parte delle persone come “riserva”, infatti, esso è diventato come l’oro nei tempi trascorsi quindi le persone lo acquistano per poi rivenderlo quando il prezzo sarà aumentato, ignorando lo scopo iniziale delle criptovalute in generale.

Oltre queste persone che rifiutano il Bitcoin come vera e propria moneta, ci sono dei commercianti, che da un pò di tempo a questa parte, hanno iniziato ad accettare Bitcoin come sistema di pagamento.

Partiamo da una regione Italiana: la Liguria. In Liguria sono una ventina le attività che già permettono di pagare senza sborsare materialmente un euro. Uno dei primi Liguri ad accettare Bitcoin per il pagamento è stato un dentista Genovese che afferma: “anche tra i più giovani c’è una rete di appassionati che sa come funzionano i Bitcoin grazie al web ma la maggior parte dei clienti non sa neppure cosa siano”. Fino ad ora solamente una decina dei suoi clienti hanno pagato in moneta digitale.

“È stato uno dei nostri migliori clienti a chiederci di pagare in bitcoin”, racconta Simone Maggi. Lanieri è una startup italiana in grande ascesa, un e-commerce di abiti da uomo su misura. E da una paio di mesi è la prima delle nostre aziende innovative ad accettare la criptovaluta. Come possiamo vedere, non solo commercianti di, passatemi il termine, “piccola taglia” accettano pagamenti in Bitcoin, ma anche delle aziende come questa.

Ad accettare la moneta virtuale sono soprattutto alberghi e bed&breakfast, ma non mancano ad esempio a Roma studi di design e architettura, prestazioni sanitarie come consulenze psicologiche, ristoranti e anche librerie.

In Italia, forse, siamo ancora un pò indietro, infatti, all’estero si possono effettuare Pagamenti in Bitcoin verso un numero molto più alto di aziende per un numero molto più alto di servizi.

http://italopaluzzi.altervista.org/ripple-cose/

Precedente Ripple: cos'è? Successivo Il fratello di Pablo Escobar lancia: DietBitcoin