Bitcoin ai minimi dell’anno

Dopo aver toccato, a metà Dicembre, il picco di 19.800 dollari, Bitcoin ha iniziato una lunga discesa che non riesce ad arrestarsi. In questi ultimi giorni BTC ha toccato il livello di prezzo più basso mai raggiunto quest’anno.

Il re delle criptovalute ha toccato i 5.800 dollari e adesso “naviga” intorno al supporto/resistenza dei 6mila dollari. Se il supporto in questione verrà violato, secondo alcuni, Bitcoin scenderà ancora molto, andandosi ad arrestare, magari, intorno ai 4mila dollari. Questa è anche la teoria di Todd Gordon che prevede che la criptovaluta più famosa andrà a toccare i $4.000 per poi, entro fine anno, risalire verso i $10.000.

Dal picco a metà Dicembre, le quotazioni sono crollate di circa il 70%, ma bisogna ricordare che, rispetto ad un anno fa, il prezzo di BTC è raddoppiato abbondantemente.

A portarci ai nuovi minimi sono state una serie di vendite provocate dall’intervento delle autorità regolamentari giapponesi che hanno chiesto a BitFlyer e ad altri cinque exchange di mettere in atto misure di sicurezza più ferree; questo ha costretto gli exchange in questione a non accettare i nuovi clienti dato che, per ora, le misure di sicurezza apportate sembrano insufficienti.

Per alcuni questa caduta è una cosa “buona” perchè farà “uscire dal mercato” gli speculatori e quindi, di conseguenza, dopo questo crollo, nel mercato delle criptovalute sarà rimasto solamente chi crede veramente nella Blockchain e nelle monete digitali.

Per restare sempre aggiornato sui miei articoli passa dal canale Telegram e dalla pagina Facebook

Immagini qui

 

Precedente Todd Gordon: Bitcoin raggiungerà di nuovo i 10mila dollari Successivo Binance: andrà offline il 26 Giugno