Eosio: la più potente infrastruttura per applicazioni decentralizzate

EOS è una tecnologia Blockchain fondata da Dan Larimer creatore delle due applicazioni Steem e BitShares, che occupano le prime due posizioni per attività sulla Blockchain Ethereum, andando spesso oltre il 70% del traffico complessivo, il restante viene spartito tra Bitcoin, Ethereum e poche altre, questo fa già capire il livello di successo ed applicabilità di questi due progetti.
Il software di EOS si basa sul meccanismo Delegated Proof of Stake (DPoS) ed è diverso da Ethereum che, infatti, si basa sul meccanismo proof-of-work (PoW).
La risoluzione di una serie di problematiche tecniche (es.scalabilita e velocità delle transazioni) presenti su Ethereum rende EOS la rivale più temuta.
Le caratteristiche principali della tecnologia Blockchain in questione sono:

  • Flessibilità. E’ possibile bloccare e modificare DApp che sono già state pubblicate grazie alla gestione dei ruoli e alla possibilità di applicare permessi differenti a diversi utenti.
  • Scalabilità. Può integrare migliaia di DApp commerciali grazie alla sua scalabilità, riuscendo a supportare decine di milioni di utenti attivi ogni giorno.
  • Usabilità. Grazie al web tooklit sarà molto più semplice sviluppare le interfacce con gli utenti e ci sarà la possibilità di offrire dei servizi gratuiti e di creare la propria strategia di business.

Il 26 Giugno 2017 è partita l’ICO, durata più di un anno, è terminata il 2 Giugno con oltre 4 mld di dollari raccolti. Con questa cifra raccolta l’ICO di EOS è diventata la più grande initial coin offer di sempre. Per notare la vera grandezza di questa ICO è utile guardare quella di Telegram, che ha raccolto “solamente” 1.7 miliardi di dollari.
Quindi EOS ha 4 miliardi di dollari da investire nello sviluppo e da mettere in palio durante una serie di eventi chiamati Hackathon. L’Hackathon di EOS durerà per quasi tutto il 2018, terminando l’8 Dicembre. Consiste in 4 eventi minori che poi porteranno all’ultimo evento, il più importante. Ad ognuno degli eventi le squadre in gara dovranno cercare di ottenere la migliore dApp di EOS. L’8 Dicembre, l’ultimo giorno della competizione, quelli che hanno ottenuto le dApps migliori, andranno a competere nell’ultima sfida.

Il primo Hackathon si è svolto ad Hong Kong, circa una settimana fa. I partecipanti erano 350, per un totale di 90 squadre. La squadra vincitrice è stata IDPASS che ha vinto il primo premio di 100.000 dollari. In totale nella competizione in questione sono stati assegnati circa 144.000 dollari.

La Blockchain di EOS funziona grazie ai Block Producers deputati a garantire la stabilità e sicurezza del network, occupandosi principalmente:

  • Del DPOS, l’algoritmo di consenso utilizzato da EOS.
  • Del backup della rete.
  • Della sincronizzazione con gli altri nodi.
  • Della creazione di nuovi blocchi.

La votazione dei Block Producer è un processo che non finisce mai, infatti, i possessori di EOS dovranno votare periodicamente (ogni investitore può esprimere 30 voti per ogni eos posseduto) i 21 gestori dei nodi della rete principale. I candidati sono (ad oggi) circa 200 ed i voti espressi sono circa il 22% superando la soglia minima del 15%. La soglia minima di voti garantisce alla Blockchain di EOS di essere attiva e decentralizzata e grazie allo sfruttamento di questo sistema, il network consentirà alla catena di blocchi di EOS di superare molte delle sue rivali, compiendo migliaia di transazioni al secondo.

Tra i Block Producers troviamo anche Antpool, Bitfinex, Houbi ed eosDAC, quest’ultimo rappresenta gli stessi proprietari dei token eos, essendo essa stessa una comunità autonoma decentralizzata.

A capire l’importanza del progetto e il futuro successo di EOS sono stati grandi exchange, come Bitfinex e grandi mining pool di Bitcoin, che si sono fatti avanti “immergendosi” nel progetto da capo a piedi.

Per restare sempre aggiornato sui miei articoli passa dal canale Telegram e dalla pagina Facebook

Segui notizie, anticipazioni e continui aggiornamenti su eosio, la più potente infrastruttura per applicazioni decentralizzate sul canale Twitter: https://twitter.com/eos_italy/

 

 

Immagine copertina

Fonti: http://Eos.iohttp://Eosdac.io

 

Precedente McAfee: la criptovaluta su cui investire al momento Successivo Cryptopia: ha listato una nuova criptovaluta