Vladimir Putin: il governo russo non avrà una criptovaluta

Vladimir Putin, durante una sessione annuale di quattro ore, anche detta “hotline”, ha affermato e ribadito che il governo russo ha “approcciato” le criptovalute molto prudentemente. Giovedì, quando si è tenuta questa “riunione”, Putin ha affermato che il governo russo, e quindi la Russia, non potrà mai avere la propria criptovaluta, infatti, le criptovalute, per definizione, vanno oltre i confini nazionali.

Risultati immagini per Vladimir putin

Dicendo ciò sembrerebbe che la Russia si voglia allontanare dal mondo delle criptovalute, ma non è così, infatti, Putin, una volta ripreso il discorso, ha dichiarato che il suo paese dovrebbe sfruttare questa opportunità tecnologica e, grazie alla Blockchain, sempre secondo il presidente, si potrebbero alleggerire le sanzioni (imposte negli ultimi anni) contro banche, compagnie ed individui russi.

Inoltre, si è parlato anche del settore mining, infatti, Vladimir Putin ha dichiarto che, in Russia, questo tipo di attività non è regolamentata e le monete digitali non sono ritenute valute a corso legale.

Il presidente russo ha comunque affermato che, l’anno scorso, sono stati emanati una serie di mandati ai funzionari russi, in cui si chiedeva la regolamentazione sulle criptovalute e sull’attività di mining.

Per restare sempre aggiornato passa dal canale Telegram e dalla pagina Facebook

Segui notizie, anticipazioni e continui aggiornamenti su eosio, la più potente infrastruttura per applicazioni decentralizzate sul canale Twitter: https://twitter.com/eos_italy/

Precedente Weiss Ratings: valutazione delle criptovalute Successivo McAfee: presto il mercato tornerà a salire